Come suonano i nostri legni

Ontano americano (Red alder)

È il legno più usato da Fender per la realizzazione dei corpi sin dai lontani anni 50. Proveniente principalmente dagli Usa, di colore rossastro e di fibra medio tenera ha una la venatura che si presta benissimo alle finiture sunburst, e grazie al particolare tipo di grana anche alla lucidatura. Il peso è medio leggero e il tono principale è molto rotondo e ricco di medio basse, ideale per chi cerca i classici suoni rock blues alla Stevie Ray Vaughan o Robert Cray.

Ontano europeo (Black alder)

È la versione europea dell'ontano americano, molto simile come struttura, ma con venature meno evidenti e di colore leggermente più chiaro. Come il Red alder si presta a tutte le finiture, e la resa sonora è a mio avviso molto interessante, grazie ad una gamma medio bassa più controllata e una compressione migliore delle armoniche. Poiché la pianta di ontano europeo è mediamente più pesante di quello americano, spesso le tavole ricavate presentano interessanti marezzature.

 

Mogano

È il legno prediletto da sempre da mamma Gibson. Proveniente sia dalle Americhe che dall'Africa, si presenta di colore bruno rossastro e di peso medio alto, con una consistenza di fibra maggiore rispetto alla famiglia dell'ontano e con una resa sonora in linea generale leggermente più scura, ma è ottimo per sonorità sia blues che rock che jazz. Si presta sia a finiture trasparenti che a finiture coprenti, richiedendo un ciclo di verniciatura più complesso date le venature importanti delle sue fibre.

pioppo
Pioppo

Di venatura classica e di colore biondo, è da sempre un antagonista dell'ontano. Come quest'ultimo si presta a tutte le finiture compresi i vari sunburst, e si fa apprezzare per il tono acustico molto simile all'ontano ma con dinamiche maggiori sulle medie frequenze, secondo me ideali per tutte quelle esigenze di hard rock. Non a caso il pioppo è impiegato da importanti brand come Jackson o Charvel.

frassino
Frassino (Ash)

È il legno che si trova sulle prime produzioni Fender (e non solo). Di colore biondo, con venature molto evidenti e variegate (in alcuni casi possono essere veramente belle), solitamente si presenta in tavole molto pesanti, caratteristica che ne fa del frassino uno dei legni più discussi dai chitarristi. Non tutti sanno però che questa sua caratteristica lo porta ad avere caratteristiche soniche molto interessanti per i suoni di stampo rock. Il timbro enfatizza la gamma medio alta, con un attacco e armoniche ben presenti e molto precise. Si possono trovare tavole di peso minore che si prestano a realizzare bellissimi strumenti in finitura sunbust e blonde. Inoltre è il legno ideale da sempre per replicare le fantastiche Fender dei primi anni 50, sposandosi meravigliosamente con manici e tastiere in acero.

Frassino americano (Swamp ash)

Il frassino nella sua versione più leggera, volgarmente chiamato “di palude” o “di fosso”. È praticamente identico al frassino ma con un peso nettamente minore, a volte minore anche di quello dello stesso ontano, dato dalle condizioni di crescita della pianta. Il timbro rimane accentuato in gamma medio alta anche se non sono rari i casi con una granitica gamma bassa.