Handyman “è” Custom

Per me “custom”, vuol dire da sempre la realizzazione di “un sogno”. Quel sogno che a 14 anni mi spinse a comprare una copia di una Gibson SG a 30.000 Lire, che dopo anni utilizzai come cavia per capire come è fatta ed è costruita una chitarra. Lo stesso sogno che ancora rincorro quando vedo una “vecchia” Stratocaster o Les Paul, o Telecaster.
Io sono il primo ad essere affascinato dalla storia delle chitarre vintage, che da più di 50 anni ci rapiscono, lasciandoci cosi sognare per un po'.

Realizzo interamente a mano lo strumento come un sarto fa con un vestito. Ogni chitarra solid body o basso elettrico rispetta la personalità ed il gusto del suo proprietario che insieme al mio aiuto disegna su se stesso ogni parte dello strumento. L'approccio alla realizzazione dello strumento nonè solo un elenco di specifiche che il committente elenca, ma il progetto nasce prima con un'interazione e confronto con me che realizzerò la chitarra. Questo serve per conoscere realmente i gusti del cliente e le necessità sonore di cui ha bisogno per poi dare a me la possibilità di consigliarlo e guidarlo alla ricerca del suo tono preferito.

La scelta del legno del body, del manico, della tastiera, del ponte e dell'elettronica che andremo a installare, il colore stesso dello strumento (tutte le verniciature sono realizzate in nitrocellulosa) saranno seguiti da me passo dopo passo e in maniera concertata con voi fino ad arrivare al giorno della messa su strada dello strumento.
È possibile scegliere tra i classici colori storici in tutte le loro tonalità e sfumature in ogni piccolo dettaglio, così da poter ricreare anche quell'ambito effetto relic che affascina molti di noi.

Il mio obiettivo è realizzare con cura un vostro sogno e darvi la possibilità, quando imbraccerete il “vostro” strumento, di ritrovare in esso anche una storia da poter raccontare.